Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Perugia-Ancona, la strada c'è ma manca la segnaletica

default_image

Jacopo Barbarito
  • a
  • a
  • a

Sono passati diversi giorni dall'apertura del tratto della Perugia-Ancona (guarda le foto del nuovo tracciato) che interessa il territorio di Gubbio, ma ancora non c'è traccia di cartelli indicatori. Il sindaco Stirati, rilevando l'inadempienza, ha sollecitato con una lettera all'Anas l'integrazione di segnaletica sulla E45, uscita Ancona-Valfabbrica-Gualdo Tadino: “Questa strada rappresenta un'importante occasione di sviluppo per Umbria e Marche, per l'Italia centrale e per Gubbio. Questo nuovo asse viario consentirà la creazione di un polo centrale della penisola che contribuirà a far uscire Gubbio dall'isolamento. Si evidenzia una grave lacuna nella segnaletica in quanto nell'ingresso della E45 in direzione Ancona-Valfabbrica-Gualdo Tadino non viene segnalata Gubbio con nocumento per i flussi di traffico turistici. Non si ritiene di dover inserire questa indicazione in alternativa a quella di Bosco-Gubbio già presente sulla E45, ma si ritiene opportuno aggiungere anche questa seconda per fluidità di percorrenza”. Il sindaco ha chiesto una valutazione complessiva delle esigenze del territorio. Segnalazioni arrivano intanto anche sulla carenza di segnaletica all'interno del territorio cittadino. Diversi turisti, provenendo dalla strada della Contessa in direzione Gubbio hanno avuto difficoltà a raggiungere il centro. Questi visitatori, come raccontano i cittadini, si sarebbero fermati in più di un'occasione nella zona di Madonna del Ponte per chiedere informazioni, non riuscendo a orientarsi sulla strada da imboccare per raggiungere centro e parcheggi. Alcuni turisti riescono più agevolmente a orientarsi, proseguendo sulla variante e trovandosi in via Perugina. Il problema è per coloro che svoltano a sinistra, in via Leonardo da Vinci. I cittadini chiedono se sia possibile inserire ulteriore segnaletica per un maggiore e migliore orientamento in città.