Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Nuova vita per la storica chiesa di Sant'Arcangelo

Alice Guerrini
  • a
  • a
  • a

Il Ferragosto è alle porte e a ripulire l'area circostante la chiesa di Santa Maria Ancaelle di Sant'Arcangelo, c'hanno pensato i soci dell'associazione nazionale Polizia di Stato di Perugia. Giovedì alcuni di loro, in compagnia del presidente Bruno Cappellazzo, con tanta buona volontà hanno riordinato il piazzale della chiesa eliminando gli arbusti e le erbacce che impedivano di godere della bellezza di questo importante edificio storico del Trasimeno. Ancora una volta, dopo la manifestazione al molo della Frusta nel mese di giugno in ricordo della liberazione degli ebrei di Isola Maggiore, l'Anps torna protagonista a Sant'Arcangelo. Il lavoro dei soci precede la festa che avrà luogo in occasione del 15 agosto festa della Madonna Assunta alla quale è dedicata. Per l'occasione l'edificio rimarrà aperto al pubblico. “La chiesa di Ancaelle – ricorda Gianfranco Cialini, già curatore del Fondo Antico dell'Università di Perugia – è ricca di storia e scrigno unico di bellezze artistiche: prima tempio pagano, poi chiesa paleocristiana che conserva testimonianze di affreschi risalenti al 1200 (tra cui una croce patente templare e una Maestà) e del '400 e '500 (testimonianza del Santo Anello) con affreschi che se non verranno restaurati in tempi brevi – sottolinea Cialini che si è anche occupato nel 1991 di una originale pubblicazione relativa alla stessa chiesa, edita dall'Università degli Studi di Perugia – andranno persi a causa delle infiltrazioni e dell'azione del tempo. Il consiglio di amministrazione del Collegio Pio della Sapienza (Università degli Studi di Perugia) proprietario dell'immobile, nel 2011 aveva stanziato oltre 100mila euro per questo scopo, è stato effettuato un primo intervento – continua lo storico – ma non si comprende perché non si procede urgentemente a svolgere gli altri lavori, anche perché il rischio è di perdere un patrimonio inestimabile”.