Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Caso moschea, la Lega punta sul referendum

Jacopo Barbarito
  • a
  • a
  • a

“Incomprensibile e inspiegabile come la costruzione faraonica di un centro culturale islamico tra i più grandi di Italia sia sfuggito ai consiglieri di opposizione umbertidesi i quali giudicano inopportuno indire il referendum consuntivo perché i lavori sono già cominciati. Mi chiedo dove erano quando le locali amministrazioni Pd si facevano promotrici di un scenario simile e non si siano opposti chiedendo il referendum come prevede l'articolo 19 dello statuto comunale”. Non ci sta il vice presidente del consiglio regionale Valerio Mancini (Lega Nord), che rimanda al mittente tutte le accuse dei consiglieri di opposizione umbertidesi per i quali la Lega cavalca l'onda del dissenso popolare gettando fumo e illudendo i cittadini. Servizio integrale sul Corriere dell'Umbria del 13 agosto