Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Cibo e tradizione, torna la sagra della porchetta

Stefano Berti
  • a
  • a
  • a

Una festa storica, che esalta un prodotto orgoglio del paese e dell'Umbria, dal 1968. Al via giovedì 18 agosto, a Costano, la 43esima sagra della porchetta. "Siamo pronti per vivere la nostra festa - ha sostenuto Simone Bordichini, presidente del Gruppo giovanile Costano che organizza l'evento. La porchetta di Costano ha una tradizione che nasce addirittura nel 1584. Un alimento che ci rende orgogliosi e che si distingue per il condimento e la cottura a legna. La festa - dice Bordichini - si tramanda di generazione in generazione. Ogni famiglia dedica il proprio tempo alla sagra, oltre 250 i volontari - conclude Bordichini - tutto ciò per il nostro paese, al quale va il ricavato per opere da reinvestire per il bene dello stesso, oltre che in parte, in beneficenza". Una sagra storica e culturale, che attira visitatori da tutta l'Umbria e non solo. "Puntiamo a consolidare i numeri delle edizioni passate - sottolineano dall'organizzazione - sono confortanti. Oggi a Costano solo due sono gli artigiani che preparano la porchetta con i metodi della tradizione. Per questo, tanta gente viene a visitarci e a degustare un prodotto unico, genuino ed inimitabile". Tante certezze e alcune novità: "Sarà una sagra Bio - dicono - verranno utilizzati solo materiali biodegradabili. La regina è la porchetta". Oltre al classico panino, piatti a base di carne di maiale. Si consolida "Il Ghiottone", angolo dei dolci. Novità, punta di diamante, saranno "Gli Gnocchi del Porchettaio"; per i più giovani "Pig Burger" e "Costano in Piazza", degustazioni di ottimi vini locali, birre artigianali e musica delle migliori cover band. Gli orari: chiosco della porchetta e bar apriranno alle 18, gli stand gastronomici alle 19, l'angolo del ghiottone alle 20 e alle 21.30 le serate danzanti con le migliori orchestre.