Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Arrivano nuovi profughi nei piccoli comuni

default_image

Claudio Bianconi
  • a
  • a
  • a

Nelle ultime settimane gli sbarchi che aumentano e anche in Umbria come nel resto d'Italia cresce la quota di profughi e richiedenti asilo. Ad oggi siamo intorno ai 2.100 accolti. E come annunciato dal ministro Alfano - pubblicato a più riprese in queste pagine - è in corso lo “smistamento” anche nei piccoli comuni (sotto i diecimilia abitanti) che non erano mai stati toccati dal fenomeno migranti. I nuovi Comuni Nell'ultima settimana sono arrivati undici profughi a Fratta Todina (una comunità del Bangladesh che alloggia nel rinnovato hotel Altieri), diciassette a Deruta e venti a Bettona. Ne sono attesi altri otto a Città di Castello, dal Senegal e dal Congo, che andrebbero in un condominio nel centro storico, zona Prato. Nelle prossime settimane dopo la prima accoglienza si attiveranno strutture dove ancora non ci sono stati inserimenti. Altri trenta L'ultima comunicazione delle prefetture ai soggetti gestori è di venerdì 5 agosto e annuncia l'arrivo altri venti persone sul Perugino e dieci sul Ternano. La quota potenziale per l'accoglienza definita dai bandi prefettizi in base ai decreti flussi governativi riferisce di 1.871 unità nel 2016. Tutto sommato, con i posti - che non sono cresciuti ma sono stati riassegnati - del Sistema di protezione richiedenti asilo e rifugiati (Sprar) si toccherebbe il tetto massimo di 2.249. Leggi il servizio completo a cura di Alessandro Antonini sull'edicola digitale