Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Esodo estivo e viaggi sicuri: ecco come non rovinarsi le vacanze

Jacopo Barbarito
  • a
  • a
  • a

In occasione della stagione estiva in corso, la Polizia Stradale dell'Umbria, come ogni anno, incrementerà i servizi di vigilanza stradale sulle principali arterie regionali interessate dal transito commerciale e turistico con pattuglie dotate di misuratori di velocità ed etilometri onde prevenire, accertare e sanzionare ogni illecito che possa compromettere la circolazione stradale e la serenità che deve accompagnare il periodo di ferie. Si consiglia, prima di mettersi in viaggio, di contattare gli uffici della Polizia Stradale che, con orario ininterrotto, saranno in grado di fornire in tempo reale ogni informazione riguardante la viabilità, le condizioni meteorologiche, gli incidenti e gli itinerari alternativi.                    La polizia ricorda il rispetto dei seguenti comportamenti: 1) Evitare l'assunzione di bevande e sostanze inebrianti; 2) Osservare i limiti di velocità, le precedenze e le distanze di sicurezza; 3) Verificare l'assetto del veicolo ed in particolare l'efficienza di tutti gli strumenti visivi e di illuminazione nonché la pressione, la consistenza e l'integrità dei pneumatici, compreso quello di scorta; 4) Usare la massima tolleranza e pazienza in caso di incolonnamenti e congestioni della circolazione, verificando la possibilità di utilizzare strade alternative; 5) Evitare in modo assoluto di rallentare improvvisamente e distrarsi su arterie di grande comunicazione per curiosare su accadimenti che interessano altre corsie di marcia; 6) Allacciare costantemente le cinture di sicurezza, quale strumento essenziale per la salvaguardia della  propria incolumità e per quella delle persone trasportate, nonché assicurarsi che i bambini facciano uso dei sistemi di ritenuta dei bambini; 7) Ricordarsi di assicurare i ciclomotori ed i motocicli, specie se appena ripresi dopo il periodo invernale, e di calzare e allacciare con cura i caschi protettivi, di tipo omologato e corrispondente al veicolo condotto (i caschi omologati DGM per i ciclomotori non sono omologati anche per motoveicoli). Tra le sanzioni più gravi che debbono essere ricordate si evidenzia la sospensione o il ritiro della patente nei casi di inversione di marcia in autostrada o sulle strade extraurbane principali, in caso di velocità eccessiva, di inosservanza della distanza di sicurezza con collisioni e lesioni gravi alle persone, in caso di reiterate violazioni di obblighi relativi alla precedenza, al sorpasso ed alla circolazione sulle corsie di emergenza, la sospensione ed il ritiro della patente di guida nonché il sequestro e la confisca delle auto per le violazioni concernenti il superamento del tasso alcolemico dei conducenti e per l'assunzione di sostanze stupefacenti.