Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Piani di Castelluccio, ordinato sequestro dei parcheggi

Roberto Minelli
  • a
  • a
  • a

Il commissario per gli usi civici di Lazio, Umbria e Toscana ha disposto il sequestro giudiziario delle aree adibite a parcheggi autoveicoli e autocaravan su terreni a uso civico al Piano Grande e al Pian Perduto di Castelluccio di Norcia. Custode giudiziario è stato nominato il comandante del reparto del corpo forestale dello Stato competente per territorio, mentre gli atti sono stati trasmessi alla competente Procura della Repubblica per le ipotesi di reato paesaggistico e alla Procura regionale della Corte dei conti per le ipotesi di danno erariale. Davanti al commissario è in corso la causa avviata in seguito alla richiesta di informazioni a carattere ambientale inoltrata dalle associazioni e Mountain Wilderness e Gruppo d'intervento giuridico onlus per decidere sulla legittimità o meno dei parcheggi ed aree sosta camper sui Piani di Castelluccio. All'ultima udienza la comunanza agraria di Castelluccio ha fatto presente di aver ottenuto con determinazione dirigenziale della Regione Umbria l'autorizzazione al mutamento temporaneo di destinazione dei terreni (ma non tutti) a uso civico per un importo di 150 euro a carico dell'associazione turistico-culturale “Pro Nursia”, titolare dei parcheggi in “completa e autonoma gestione” in base all'ordinanza sindacale 40 del 22 giugno 2016, con cui sono state istituite le aree sosta temporanee. I parcheggi per autoveicoli e autocaravan ora sono, quindi, nuovamente sotto sequestro giudiziario. La prossima udienza è fissata per il 10 ottobre 2016 (ore 10.30).