Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Laghi inquinati: bene Piediluco, Trasimeno "rimandato"

Jacopo Barbarito
  • a
  • a
  • a

Si è conclusa la campagna nazionale Goletta dei laghi di Legambiente in difesa dei bacini lacustri italiani: sei i punti monitorati sul lago Trasimeno, dei quali 1 “inquinato” e ben 3 “fortemente inquinati” – ovvero con valori microbiologici doppi rispetto alla norma vigente in Italia.  Tutti entro i limiti di legge i 4 campioni prelevati nel lago di Piediluco (guarda le riprese durante i campionamenti). Al centro dell'attenzione anche quest'anno ci sono stati fiumi, fossi, canali che costituiscono una fonte di inquinamento derivante dagli scarichi civili non depurati che finiscono nelle acque lacustri, mettendone a rischio le condizioni ambientali e, in alcuni casi, anche la balneazione. Tre i prelievi che risultano fortemente inquinati. Nel comune di Passignano sul Trasimeno il campione prelevato in località Le Pedate, alla foce del canale di scarico del depuratore che serve i Comuni di Passignano sul Trasimeno e Tuoro sul Trasimeno risulta “fortemente inquinato”, con concentrazioni batteriche di molto superiori anche ai limiti previsti per gli scarichi in acque superficiali. Una contaminazione elevata si è riscontrata anche a 200 metri a ovest della foce del canale, dove i tecnici di Legambiente hanno eseguito un ulteriore accertamento. Una criticità nota da anni che mette a rischio anche la qualità delle acque del lago e su cui è necessario arrivare quanto prima ad una soluzione. Grazie al servizio SOS Goletta quest'anno è stato introdotto un nuovo punto sempre nel comune di Passignano sul Trasimeno, la foce del canale in corrispondenza dell'agglomerato abitativo in via Marchini, risultato “fortemente inquinato”.  Anche la foce del torrente Anguillara nel comune di Castiglione del Lago si attesta come “fortemente inquinato”, mentre lo stesso punto di monitoraggio nelle ultime edizioni della campagna era sempre risultato entro i limiti (2013, 2014 e 2015).  Risulta infine “inquinato” il prelievo eseguito in località Borghetto, comune di Tuoro sul Trasimeno, presso la foce del canale alla fine di via del pontile. Entro il limiti di legge il campione prelevato dai tecnici della Goletta dei Laghi presso la foce del torrente Venella nel comune di Tuoro sul Trasimeno e la foce del torrente Paganico, nel comune di Castiglione del Lago. Un punto, questo, che negli ultimi due anni è risultato però inquinato da batteri fecali e su cui quindi non si deve affatto abbassare la guardia. Tutti “entro i limiti” i 4 campioni prelevati nel comune di Terni, rispettivamente presso Braccio Ponticelli, nel canale a sinistra del rio Medio Nera, sul lungolago Armeno Armeni in corrispondenza di Piazza della Resistenza, alla foce del rio Fuscello e, l'ultimo, a sud-est presso Braccio di Cornello.  Risultati che ci regalano l'istantanea di un bacino che dal punto di vista degli scarichi monitorati dal laboratorio di Legambiente gode buona salute.