Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Cancellata dal muro la scritta inneggiante a Hitler

Roberto Minelli
  • a
  • a
  • a

C'è già chi l'ha ribattezzata “Gruppo di intervento responsabile”. In realtà si tratta della “squadra” attivata da Castello cambia. “Senza aspettare le bonifiche che non arrivano mai da parte dell'amministrazione o di altre strutture pubbliche o private - spiegano dal movimento - interveniamo con un'azione di responsabilità civica per pulire un'area o rimuovere una zona di degrado. Noi siamo estranei e contrari alla cultura del lamento e preferiamo l'esempio di chi invece di chiedere sempre cosa l'amministrazione pubblica può fare per lui si domanda con senso di responsabilità civica cosa lui può fare per il bene comune”. E' stato così che il gruppo di intervento di Castello cambia, “dopo aver inutilmente chiesto all'amministrazione comunale di rimuovere l'indecente e offensiva scritta sul muro della stazione ferroviaria inneggiante a Hitler”, è intervenuto ripulendo e bonificando l'area. La scritta è sparita e sul luogo è stato affisso uno striscione con i ritratti della “meglio gioventù”: Nelson Mandela, Madre Teresa, Garibaldi, Don Milani, Martin Luther King, Pertini, Peppino Impastato, Ghandi, Falcone e Borsellino, Di Vittorio e Alice Hallgarten. “Degrado materiale e culturale camminano insieme - sostiene il consigliere comunale di Castello cambia, Vincenzo Bucci - e al colpevole degrado del sistema di trasporto pubblico si accompagna l'inescusabile degrado di tutta la stazione ferroviaria ormai ricoperta di siringhe, erbacce e rifiuti”.  Per questa ragione gli esponenti di Castello cambia hanno chiesto alla dirigenza della Ferrovia centrale umbra di poter intervenire, sotto la supervisione di loro responsabili, per ripulire e bonificare tutta l'area della stazione. Un intervento del tutto volontario e gratuito. Nei prossimi giorni sono già state individuate altre aree di intervento da bonificare.