Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Scoperta in un'edicola opera del Pinturicchio

Massimo Fraolo
  • a
  • a
  • a

I resti di un affresco attribuibile al Pinturicchio sono stati scoperti nella vecchia edicola di San Fiorenzo, nelle campagne di Papiano, frazione di Marsciano, all'interno di una proprietà privata a ridosso del borgo. Lì si trova la pittura murale, in parte purtroppo perduta, collocabile tra la fine del 1400 e l'inizio del 1500. Già nel 2004 Elvio Lunghi, storico dell'arte medioevale e docente all'Università per stranieri ha formulato sull'opera di Papiano, dopo essere stato di nuovo coinvolto dall'assessore Gionata Moscoloni, l'ipotesi che possa essere attirubita al Pinturicchio o a un allievo della sua scuola. Un altro sopralluogo, effettuato dal restauratore Luca Castrichini insieme allo stesso Moscoloni, ha riportato alla ribalta la questione e interessato la Soprintendenza per i beni storici artistici e etnoantropologici. Il legame con il Pinturicchio, pur in assenza di notizie certe, è avvalorato dal fatto che gli stessi terreni furono, durante il periodo di costruzione dell'edicola, di proprietà dei Baglioni, che proprio al Pinturicchio avevano commissionato nel contado di Porta San Pietro (quello di cui Papiano fa parte) altri lavori. All'idea del recupero, fortemente voluto da Moscoloni, si sta lavorando su più fronti. “Come amministrazione - ha spiegato Moscoloni - anche insieme alle realtà economiche e sociali locali siamo disposti a fare la nostra parte, anche contando su una disponibilità, in parte già ottenuta per vie informali, che i proprietari hanno sempre dimostrato in questi anni e che siamo sicuri non verrà meno”. Articolo completo nel Corriere dell'Umbria di sabato 9 aprile (CLICCA QUI)