Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Tumori in Valnestore, allarme in Regione

Jacopo Barbarito
  • a
  • a
  • a

Dubbi, sospetti, preoccupazioni. Crescono e si uniscono al coro il numero di voci che parlano di una preoccupante casistica oncologica in Valnestore, o meglio, in quelle piccole comunità tra i comuni di Panicale e Piegaro, dove, è stato denunciato "si è ammalata di cancro una persona su tre". A raccogliere l'appello della popolazione, dopo che già sindaci Giulio Cherubini e Roberto Ferricelli, si sono attivati per chiedere risposte, adesso è il consigliere regionale di Fratelli d'Italia Marco Squarta che spiega: "Ho appreso dalle pagine del Corriere dell'Umbria quanto forte fosse la preoccupazione dei cittadini e ne ho anche avuto conferma diretta - continua -, quindi adesso chiederò un'audizione in commissione regionale alla Sanità perché al più presto si possano avere delle risposte". Settecento metri di strada, in un piccolo centro abitato circondato dalla campagna, sono una comunità. Qui, ancora, quando qualcuno si ammala diventa un fatto comune e scatta la solidarietà e la vicinanza. La stessa che ha portato uno di loro a scrivere nei giorni scorsi una lettera ai sindaci per sollevare quello spettro che già nei mesi scorsi aveva spinto gli amministratori a richiedere approfondimenti, per capire se è vero che nella zona tra Pietrafitta e Tavernelle le persone si ammalano di cancro più che altrove. Servizio completo a cura di Sara Minciaroni sul Corriere dell'Umbria del 17 marzo