Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Troppi morti per cancro, iniziati i controlli

default_image

Sara Minciaroni
  • a
  • a
  • a

La preoccupazione dei cittadini per le troppe morti per cancro nella stessa zona è stata raccolta immediatamente e condivisa dai sindaci di Piegaro e Panicale. LEGGI Troppi morti di cancro, cittadino vuole risposte E' intenzione manifesta di tutti, a questo punto, capire se realmente nel territorio di confine tra i due comuni vi sia un'incidenza maggiore dei casi di tumore rispetto a realtà omologhe. L'appello drammatico di uno degli abitanti della Valnestore, colpito negli affetti familiari dal male che più spaventa, non è passato inascoltato. La parola d'ordine, ora più che mai, è “massima trasparenza”. E i sindaci Roberto Ferricelli e Giulio Cherubini non hanno esitato a rispondere. “Già da tempo - spiegano - i comuni di Panicale e Piegaro si sono attivati presso gli organi competenti per poter avere un quadro chiaro ed esaustivo sulla situazione ambientale del proprio territorio. E' per questa ragione che dopo aver già da tempo richiesto l'intervento di Arpa per le analisi sulle ceneri è stato chiesto l'ulteriore intervento delle autorità preposte per la valutazione dell'incidenza dei tumori nel nostro territorio”. E quindi la conferma di accertamenti in corso: “Le analisi sono cominciate dal territorio di Piegaro e andranno avanti con il coinvolgimento del territorio di Panicale”.  Servizio completo sull'edizione di mercoledì 9 marzo del Corriere dell'Umbria