Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Fondi europei e regionali in arrivo per i pescatori

Il presidente Valter Sembolini

Alice Guerrini
  • a
  • a
  • a

L'Umbria potrà contare su 836mila euro provenienti dal Fondo Europeo per le attività marittime e di pesca. Risorse a cui si aggiungeranno cofinanziamenti nazionali e regionali per un totale di circa un milione e 700mila euro, parte dei quali andranno anche al Trasimeno che potrà incentivare la pesca creando nuove opportunità per proseguire verso lo sviluppo del settore. “Per il Trasimeno e l'Umbria in generale - commenta Valter Sembolini membro del consiglio nazionale di presidenza Confcooperative -Federcoopesca e ad della Cooperativa pescatori del Trasimeno - si tratta di un risultato molto importante perché si è passati da una dotazione di circa 580 mila euro per il 2007-2013 a una per la fase 2014-2020 di 836 mila euro”. Un incremento che supera il 50 per cento e che permetterà anche di dare avvio alla nuova programmazione dell'acquacoltura. “Il settore della pesca – ha detto l'assessore Fernanda Cecchini durante l'assemblea regionale di Confcooperative Umbria - affonda le sue radici nella cultura e nella storia della nostra Regione, soprattutto per l'attività svolta nel lago Trasimeno dove sono presenti tre delle cinque cooperative umbre”. “Con le risorse che avremmo a disposizione – continua Sembolini – vorremmo finanziare la formazione continua per nuovi giovani pescatori con investimenti da destinare anche all'acquisto delle prime attrezzature. Importante sarà anche continuare nella promozione e commercializzazione dei prodotti con la prospettiva di aprire nuovi punti vendita al Trasimeno. La pesca è un'attività millenaria che le giovani generazioni stanno riscoprendo, al momento è una salda base per l'economia del lago che riesce a generare occupazione”.  Articolo completo nel Corriere dell'Umbria di martedì 8 marzo (CLICCA QUI)