Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Polizia provinciale, agenti alla Camusso: "Nessuno ci ascolta"

Roberto Minelli
  • a
  • a
  • a

Sono intervenuti al presidio di Cgil Cisl e Uil i rappresentanti della polizia provinciale che da giorni presidiano la sala del consiglio provinciale. La segretaria nazionale Cgil Susanna Camusso è arrivata in Umbria per parlare di difesa delle pensioni di reversibilità, riforma Fornero, taglio pensioni d'oro e vitalizi e recupero del potere d'acquisto per le persone anziane. “E' da giorni che manteniamo il presidio nella sala consiliare – hanno detto alcuni rappresentanti degli agenti di polizia provinciale - tutti vengono a darci la loro solidarietà ma nessuno alla fine fa niente per cambiare la situazione. In molte occasioni ci è stato detto che ci sono lavoratori che stanno peggio di noi, è chiaro che lo sappiamo, ma non per questo noi non dobbiamo lottare per capire quale sarà il nostro futuro. Nel nostro ruolo di agenti abbiamo sempre lavorato con serietà e professionalità, non ci meritiamo una condizione di incertezza come questa. Nessuno è in grado di darci risposte”. Susanna Camusso ha incontrato la polizia provinciale dimostrando massima solidarietà ai lavoratori e chiedendo ai sindacalisti umbri di monitorare con attenzione la situazione.