Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Allarme neonati, manca il trasporto di emergenza

default_image

Jacopo Barbarito
  • a
  • a
  • a

La Società italiana di neonatologia (Sin) rende noti i dati di una survey nazionale per la mappatura dei centri Sten (Servizio trasporto emergenza neonatale) in Italia. Dall'indagine, condotta sul trasporto neonatale si evince, in particolare, che il servizio è completamente assente in cinque regioni italiane e che solo 21 centri (47,7%) trasportano lattanti (bambini fino a 10 chili e fino ad un anno di età). Emerge dunque un sistema di trasporto disomogeneo e incompleto su tutto il territorio nazionale e l'impegno della Società italiana di neonatologia (Sin), per dare la dovuta assistenza al neonato durante il trasporto presso reparti in grado di erogare cure di livello superiore. Dai dati relativi al 2015 sui centri in Italia è emerso che in Italia sono attivi 44 centri che effettuano il servizio di trasporto per le emergenze neonatali. Questi centri assicurano una copertura totale in 11 regioni e parziale in tre (Emilia Romagna, Puglia, Sicilia). Il servizio è completamente assente in cinque Regioni (Valle d'Aosta, Umbria, Abruzzo, Calabria, Sardegna). Nel 2014 sono stati trasferiti complessivamente 6.298 neonati di cui 522 altamente prematuri, ossia con età gestazionale inferiore alle 28 settimane. La media del tempo di trasferimento è pari a 112 minuti.