Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

In pensione il cuoco dell'ospedale, ha preparato 20 milioni di pasti

Eleonora Sarri
  • a
  • a
  • a

In pensione il cuoco che ha preparato 20 milioni di pasti  nella cucina dell'ospedale di Perugia. Un record difficile da battere quello di Fabrizio Carletti, prima cuoco e poi coordinatore della mensa dell'ospedale di Perugia. Carletti dopo 30 anni dietro i fornelli  è andato in pensione. Nel  salutare i colleghi si è lasciato andare a ricordi e confronti  di una  carriera che si è sviluppata  prima a Monteluce e poi al Santa Maria della Misericordia: "Al Policlinico le cucine era distanti dalle Cliniche e il cibo arrivava freddo – ricorda all'ufficio stampa  dell'Azienda ospedaliera di Perugia - e per noi cuochi era una grande  delusione sapere che il nostro lavoro non veniva pienamente apprezzato. Con i trasferimenti delle degenze al Silvestrini, i  miglioramenti  hanno avuto un'accelerazione per la diversa situazione logistica e infine nella sede della nuova mensa...". Qual è stata la soddisfazione più grande in tutti questi anni? "Aver visto crescere il gradimento degli utenti, in rapporto alla loro condizione di pazienti sottoposti a limitazioni in base alle loro patologie. A volte è capitato di ricevere qualche protesta per le  porzioni contenute, ma sempre attraverso il personale. Con una eccezione. Pochi anni fa alzai io la cornetta del telefono, dall'altro capo l'attore Paolo Villaggio, che stava facendo una dieta ipocalorica. Mi disse con voce stizzita: “Non ce la faccio più! Preparatemi un hamburger gigante! Lo accontentammo in parte, ma prima di servirgli quella pietanza mi ero fatto autorizzare dai medici che lo avevano in cura”.