Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Attentato in Burkina Faso, apprensione per i volontari eugubini

Roberto Minelli
  • a
  • a
  • a

Nessun allarme per gli eugubini, medici oculisti e volontari dell'associazione "L'Impegno", guidati dal presidente dottore Luigi Panata e dal primario di Oculistica dell'ospedale di Gubbio-Gualdo Tadino, dottor Giovan Battista Sbordone, che operano nella missione umanitaria in Burkina Faso, dopo gli ultimissimi attentati nella capitale. Sembrano però al sicuro, lontano dal luogo dell'attacco, a circa un centinaio di chilometri. Gli eugubini hanno provveduto subito a rassicurare familiari, amici e colleghi, che hanno seguito la cronaca degli attacchi dai Tg nazionali, e sono a Nanorò, mentre l'attacco è avvenuto nella capitale con l'esplosione di un'autobomba. I medici sono quindi al sicuro, almeno per ora, nella missione e nell'ospedale, aperto ormai da diversi anni, dove si recano almeno una volta all'anno per offrire assistenza sanitaria ed umanitaria alla popolazione, un pozzo di acqua potabile, istruzione ai più giovani ed interventi alla cataratta, particolarmente diffusa in quelle zone. La missione e gli ambulatori sono stati aperti grazie ad iniziative di beneficenza a Gubbio e con alcune realtà private locali. Ora però il pensiero va alla strage nella capitale, dove si trova anche l'aeroporto, da cui gli eugubini a breve dovrebbero tornare in Italia.