Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Decreto Salva Banche, ora c'è l'incubo speculatori

(Foto LaPresse)

Eleonora Sarri
  • a
  • a
  • a

La corsa allo sportello anche in Umbria è cominciata. Decine e decine di persone, che dopo il decreto Salva Banche del 22 novembre hanno visto azzerato il valore dei titoli che avevano in portafoglio, hanno deciso di trasferire in altri istituti, o altrove, quello che rimane dei propri risparmi. La situazione, nonostante le rassicurazioni che arrivano dallo stesso governo con l'ipotesi di un fondo di garanzia per risarcire in parte gli obbligazionisti, resta confusa. Adesso i poveri risparmiatori, già gabbati, ricevono strane telefonate da persone che consigliano come muoversi in questo ginepraio. “Una signora - confermano dalla sede di Federconsumatori di Perugia - ci ha telefonato dicendoci che aveva ricevuto una telefonata addirittura dalla Spagna, per la precisione da Siviglia, con la quale si consigliava la risparmiatrice su come comportarsi per riavere i propri risparmi. Il consiglio che diamo a tutti è di avere la mente lucida e soprattutto non fare mosse false”. Molti risparmiatori, comprensibilmente, sono presi dal panico e non sanno come comportarsi. Intanto a smuovere la situazione ci ha pensato Federconsumatori che ha presentato un esposto alla procura della Repubblica di Perugia nel quale si punta l'indice contro i responsabili delle banche.  Twitter:@AristeiDiego