Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Differenziata, funzionano le fototrappole: già 200 multe

Maria Tripepi
  • a
  • a
  • a

“Dall'inizio dell'anno ad oggi sono quasi 200 le multe elevate per abbandono di rifiuti”. È quanto dichiarato dall'assessore alle politiche ambientali del Comune di Foligno, Graziano Angeli, che fa il punto della situazione sul fronte della differenziata nell'intero territorio. Nonostante le numerose sanzioni comminate nel corso del 2015, infatti, pare che Foligno stia crescendo e molto in termini di raccolta differenziata. “Anche se come Ati3 siamo partiti in ritardo - ha detto al riguardo l'assessore Angeli - su tutto il territorio comunale si sta facendo un grande lavoro, frutto soprattutto della preziosa collaborazione tra amministrazione e cittadinanza. Nel 2014 - ha proseguito - abbiamo superato per la prima volta in assoluto la media regionale. E oggi ci troviamo dieci punti percentuali sopra la media fatta registrare dagli altri comuni dell'Ambito territoriale integrato di riferimento”. Insomma, per l'assessore folignate alle politiche ambientali si tratta di numeri importanti che segnano un vero e proprio cambio di rotta. Ottimi risultati arrivano soprattutto dal centro storico cittadino, dove ormai il processo del porta a porta può dirsi completato. Si continua a lavorare, invece, oltre le mura urbiche. Il prossimo mese poi il servizio offerto dalla Valle Umbra Servizi verrà esteso anche alle zone di Cave, Maceratola e Fiamenga per un totale di oltre 4.600 utenze servite. “Tra gennaio e febbraio - ha quindi annunciato l'assessore - arriveremo anche a Belfiore. Copriremo così circa il 91 per cento delle utenze totali, completando le zone servite dal porta a porta previste dal Piano d'ambito”. A rimanere fuori sarebbero dunque la periferia montana ed alcune aree di collina e campagna dove il servizio domiciliare risulta, oggi, poco conveniente da un punto di vista economico, anche se l'assessore non esclude niente per il futuro. Per il 2016 però si proseguirà con la differenziata attraverso la presenza di cassonetti su strada. Intanto nelle scorse settimane sono state installate e sono entrate in funzione la cosiddette fototrappole.