Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Tartufo, tutto pronto per la Mostra: trovata trifola da 420 grammi

Roberto Minelli
  • a
  • a
  • a

È un pregiato bianco, pesa 420 grammi e, come c'era da aspettarsi, ha già trovato un acquirente il tartufo più grande rinvenuto a Fabro quest'anno, da un membro dell'Associazione tartufai dell'Orvietano. Il suo prezzo si attesta sui 2.000 euro al chilo, complici le piogge arrivate in ritardo che hanno limitato la quantità di questi preziosi prodotti della terra ma ne hanno elevato, allo stesso tempo, la qualità. Il ritrovamento è avvenuto a pochi giorni dall'apertura della 28esima Mostra mercato del tartufo e dei prodotti agroalimentari di qualità di Fabro, in scena da venerdì 6 a domenica 8 novembre nel centro storico del borgo ternano. Circa 60 gli stand dedicati alla vendita di bontà gastronomiche provenienti da ogni parte d'Italia, una dozzina dei quali interamente dedicati al tartufo e ai suoi derivati. Due, poi, i momenti dedicati alla ricerca del Re della tavola a cura dell'Associazione tartufai dell'Orvietano. Il primo sabato 7 novembre, alle 11, in piazza Carlo Alberto, quando ci sarà una dimostrazione alla presenza degli alunni delle scuole. Il secondo, domenica 8 novembre, alle 9.30, per la prima edizione della Gara di ricerca per cani da tartufo, con ritrovo ai giardini comunali ‘Massimo Manieri'. Ospiti d'eccezione Davide Mengacci e Michela Coppa, conduttori del programma televisivo Ricette all'italiana, in onda su Rete 4. Grande attesa, inoltre, per lo spettacolo dedicato alla realizzazione della frittata al tartufo gigante, sabato 7, alle 16, in piazza san Basilio, con degustazione per tutti i presenti. Saranno utilizzati 2.400 uova e 30 chilogrammi di tartufo cui si aggiungeranno, nella padella di ferro di 2,5 metri di diametro, salsa e olio tartufati. La ricetta verrà preparata da 6 volontari e dallo chef Mauro Mazzi, orgoglio di Fabro, dopo aver cucinato anche per la nazionale italiana nel 1994, in occasione dei mondiali di calcio negli Stati Uniti d'America. E ancora, domenica 8, alle 17.30, sarà consegnato il premio Vanghetto d'Oro al presidente di Assoenologi Riccardo Cotarella.