Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Isola Maggiore, riecco l'odissea dei traghetti: disagi e proteste

Alice Guerrini
  • a
  • a
  • a

Arriva l'inverno e crescono disagi e malcontento tra i cittadini di isola Maggiore. Il motivo? Lo stesso di sempre, il servizio di trasporto. A dare voce alla protesta dei 17 abitanti di isola Maggiore è la presidente della Pro loco, Silvia Silvi: “Tempo fa tramite il Comune di Tuoro, abbiamo fatto richiesta di aggiungere una corsa a quelle esistenti: un battello che parta dall'isola verso le 9 per dare la possibilità, soprattutto agli anziani, di raggiungere i propri mezzi, parcheggiati a Tuoro e svolgere le mansioni senza dover partire alle 7 o attendere le 11,45 e rischiare di tornare troppo tardi”. Ci sarebbe anche un'altra proposta che per gli abitanti sarebbe comunque importante: senza inserire una nuova corsa, aggiungere a quella delle 8,10 uno scalo facoltativo (solo in presenza di passeggeri che ne necessitano) a Tuoro. “Cosa che ora non accade - sottolinea la presidente - perché questo percorso prevede un'andata direttamente verso Passignano, senza scalo. Purtroppo le nostre richieste sono cadute nel dimenticatoio e il nostro malcontento cresce, quando vediamo che in occasione di iniziative di vario genere, le corse vengono aumentate senza problemi”. Il disagio è stato raccolto dal deputato del Movimento 5 Stelle Filippo Gallinella, che commentando positivamente le iniziative che portano proprio all'aumento, per l'occasione, delle corse, sprona la Regione a “prendere esempio e moltiplicare gli sforzi per aumentare nei mesi invernali il servizio di trasporto verso l'isola Maggiore”. Un intervento, aggiunge il deputato, “che punta a ribadire la necessità di valorizzare il patrimonio naturalistico e turistico delle isole del Trasimeno, senza dimenticare le esigenze dei residenti che sono i veri custodi di questi territori”. Il problema, quello dei traghetti nei mesi mesi di bassa stagione, riguarda non solo i residenti. “Perugia, Assisi e il comprensorio del Trasimeno - afferma il deputato grillino, ricordando il documento di indirizzo strategico per il Turismo 2014-2016 - raccolgono quasi la metà del turismo umbro. Tra le azioni che la Regione intende portare avanti, c'è anche la qualificazione dei trasporti e delle infrastrutture. Capitolo che deve comprendere necessariamente il servizio di navigazione invernale per le isole del Trasimeno”.