Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Papa benedice statua di Santa Rita, l'appello: "Ti aspettiamo a Cascia"

Alessia Nicoletti
  • a
  • a
  • a

Nel cuore pulsante della Chiesa per un evento che ha segnato la storia, condividendo insieme a Papa Francesco i valori dell'intera famiglia umana, sotto la guida di Santa Rita. Questa la grandiosa e indimenticabile esperienza vissuta da coloro che dalla terra di Rita e da ogni parte d'Italia mercoledì 30 settembre si sono riuniti in piazza San Pietro per partecipare all'udienza generale del Papa. Udienza che, con la benedizione del monumento alla Santa donato dal Libano, ha dimostrato agli occhi del mondo intero come e quanto siano attuali gli insegnamenti che la stessa Santa ha incarnato nella sua vita e che la sua terra ha custodito nei secoli. La pietra del monumento si è così trasformata in un simbolo di pace, unione e amore, mutando a sua volta la folla di pellegrini in un'immensa famiglia, dai mille colori, provenienze, lingue, con uno striscione che apriva la folla recitando “Papa Francesco ti aspettiamo a Cascia”. “Sono lieto di accogliere i devoti di Santa Rita da Cascia, accompagnati dall'arcivescovo di Spoleto-Norcia, monsignor Renato Boccardo. Nel benedire la grande statua della Santa, invito tutti, nel prossimo Giubileo della Misericordia, a rileggere la sua straordinaria esperienza umana e spirituale come segno della potenza della misericordia di Dio”. Con queste parole Papa Francesco ha salutato i devoti di Santa Rita. La “famiglia ritiana” è stata accompagnata da monsignor Boccardo, che così definisce Rita: “Ella ha condotto una vita ‘normale', segnata dalle gioie e dalle sofferenze che accompagnano l'esistenza quotidiana di tutti noi. Per questo ognuno la sente vicina e volentieri condivide con lei il peso e la fatica del cammino di ogni giorno”. Oltre ai molti devoti, all'Udienza erano presenti anche diverse autorità civili, nazionali e del territorio dell'archidiocesi di Spoleto-Norcia: il sottosegretario Gianpiero Bocci, il sindaco di Cascia Gino Emili, i membri del neonato comitato “Cascia per Santa Rita”, il sindaco di Spoleto Fabrizio Cardarelli, di Scheggino Paola Agabiti, di Sant'Anatolia di Narco Tullio Fibraroli, di Vallo di Nera Agnese Benedetti e di Poggiodomo Egildo Spada. È stato l'arcivescovo Boccardo ad illustrare al Papa il progetto della statua e a presentargli una ristrettissima delegazione della città di Cascia, della famiglia dell'offerente della statua e della famiglia dello scultore. Infine, Comune di Cascia, archidiocesi e monastero di Santa Rita hanno pubblicato un opuscolo dal titolo “Cronistoria del monumento a Santa Rita: dal Libano a Cascia, un legame indissolubile per diffondere la pace”, distribuito in piazza San Pietro.