Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Prete trasferito, i fedeli non ci stanno: "Don Raniero uno di noi"

Diego Aristei
  • a
  • a
  • a

Sono arrivati in chiesa con discrezione e in assoluto silenzio per rispetto nei confronti dell'illustre concittadino, il cardinale Fortunato Baldelli, nunzio apostolico prima in Perù e poi in Francia. I fedeli di Casacastalda non vogliono che il parroco don Raniero Menghini li lasci. Ancora una volta hanno cercato di parlare con il vescovo della diocesi di Assisi-Nocera Umbra-Gualdo Tadino Domenico Sorrentino per evitare un traumatico addio. L'incontro non c'è stato ma la determinazione di andare avanti nella “lotta” non è mancata neanche sabato 19 settembre. “Non intendiamo fare alcuna manifestazione - hanno detto - intanto per non mettere ulteriormente in difficoltà don Raniero. Siamo qui per partecipare alla messa e alla presentazione del libro su Baldelli proprio per rispetto nei confronti del nostro cardinale”. I fedeli giunti a Valfabbrica hanno portato anche uno striscione con scritto: “Don Raniero, sei uno di noi”. La stima nei confronti del parroco è tanta. La gente a Casacastalda sa bene che il rapporto di forza tra la comunità parrocchiale e il vescovo Sorrentino è impari. Ma la speranza è l'ultima a morire. Articolo completo nel Corriere dell'Umbria di domenica 20 settembre (CLICCA QUI)