Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Quintana, Rivincita da brividi: pronostico è aperto

Le operazioni di copertura della pista

Guglielmo Castellano
  • a
  • a
  • a

Accompagnata da una vigilia inconsueta, dovuta allo slittamento di una settimana a causa del maltempo (terza volta in 10 anni, 2005 e 2006) la Giostra della Rivincita assegnerà sabato 19 settembre il Palio al più bravo tra i bravi. E il pronostico, almeno in questa occasione, non appare poi così scontato. I "tre tenori" (Scarponi, Gubbini, Innocenzi), come solitamente accade da oltre sette anni, non partono, infatti, come superfavoriti. Con un distinguo: Daniele Scarponi del Croce Bianca, il quale, in sella a Woman in Rose, è quello dei tre che ha forse più possibilità di centrare per l'ennesima volta il bersaglio grosso. Per gli altri due la situazione appare più problematica a causa del cambio di cavallo. Sia Luca Innocenzi del Contrastanga che il campione in carica Massimo Gubbini del rione Giotti, sono stati costretti, a pochi giorni dalla Giostra, a sostituire i propri destrieri. Innocenzi dovrebbe essere in sella a Sword Dream, anche se alcune voci parlavano del recupero in extremis di Guitto. Il portacolori del Giotti, invece, schiererà la debuttante Gioia Unica. Ed allora, ecco approssimarsi al tavolo dei favoriti della vigilia l'Audace del rione Spada, Gianluca Chicchini. Il veterano della Quintana scenderà in campo in sella a Negretti con il quale, nelle ultime prove ufficiali, è stato il più veloce di tutti. E se il feeling con il suo purosangue sarà lo stesso degli appuntamenti settembrini del 2013 e 2014 (quando sfiorò il successo per un soffio), allora ci sarà da divertirsi. Stesso dicasi per Lorenzo Paci del Morlupo. Anche il Baldo, navigato conoscitore del Campo de li Giochi, potrebbe dire la sua. Insieme a Lanunio, forma un binomio eccellente e l'esperienza potrebbe premiarlo. Tra i giovani, da segnalare il Pertinace del Cassero Riccardo Raponi. Il cavaliere di Recanati, reduce da una fantastica Giostra della Sfida, si ripresenterà in campo in sella a Pam Hall. E se a giugno ha girato appena sotto i migliori, oggi, stante questo livellamento, anche lui potrebbe piazzare l'acuto che non ti aspetti. Parlando di giovani, non possiamo non citare Marco Diafaldi. Il Generoso del rione La Mora (pure lui una delle sorprese in positivo della tenzone di giugno), potrà disporre del purosangue Edward England, recuperato proprio grazie al rinvio della Giostra che ha consentito al cavallo il recupero della forma fisica. Vedremo come il faentino reagirà a questa situazione di emergenza. Cambio di cavallo anche per Pierluigi Chicchini del Pugilli che correrà in sella ad Astoria Flag. Per il Moro quella di sabato 19 settembre sarà la Quintana della verità. Le credenziali ci sono, occorre, finalmente, concretizzarle. E dovrebbe essere la Giostra del riscatto, anche per Cristian Cordari. Il portacolori del Badia, infatti, deve far dimenticare in fretta l'opaca perfomance offerta tre mesi fa. Disporrà di Agnessotta, con la quale nelle prove non ha demeritato. Infine Diego Cipiccia dell'Ammanniti. Il fantino di San Gemini non potrà contare su Tirisondola e getterà nella mischia l'esordiente Saluggia Dream. Venerdì 18 settembre, intanto, la commissione tecnica, con il fondamentale aiuto di molti rionali, ha provveduto a coprire la pista prevenendo così un'eventuale (facendo gli scongiuri) situazione di pioggia.