Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Inceneritore, attesa per l'esito della conferenza dei servizi

Serena Brascugli
  • a
  • a
  • a

È atteso per il primo pomeriggio di venerdì 4 settembre l'esito della terza conferenza dei servizi in Provincia, incontro finalizzato a decidere in merito al rilascio dell'autorizzazione integrata ambientale per l'impianto di coincenerimento Terni Biomassa. Intanto prosegue all'esterno il presidio del comitato No Inceneritori che si sta spendendo in una lotta senza sosta contro l'aumento dei carichi di rifiuti destinati all'Umbria e l'ipotesi di un nuovo inceneritore in Regione previsto dal decreto Sblocca Italia. Siedono al tavolo della Provincia, oltre ai dirigenti e funzionari di settore dell'Ente, l'azienda Tozzi Holding che è proprietaria del termovalorizzatore Terni Biomassa, il sindaco Di Girolamo e l'assessore comunale all'Ambiente Giacchetti, i rappresentanti dell'Arpa e della Asl. Il Comune ha già depositato il proprio parere che, come annunciato in conferenza stampa, è contrario all'accensione di un secondo bruciatore a Maratta, che si aggiungerebbe all'impianto Aria di Acea. I motivi che sostanziano questa posizione riguardano il potenziale aggravamento del bilancio ambientale del territorio ternano, già sottoposto a molteplici fattori di contaminazione e interessato da un tasso di mortalità superiore alla media per diverse patologie neoplastiche.