Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Caccia, controlli per la preapertura: decine di sanzioni

default_image

Roberto Minelli
  • a
  • a
  • a

Prima mattinata di caccia in Umbria nella quale si registra un sensibile calo delle doppiette in azione negli otto comprensori della provincia di Perugia tranne che nello Spoletino dove l'afflusso è stato in linea con quello degli gli anni scorsi. Quattordici pattuglie della polizia provinciale operative nell'intero territorio hanno effettuato 163 controlli ed elevato 10 sanzioni amministrative legate prevalentemente alla mancata osservanza delle distanze di sicurezza tra un cacciatore e l'altro o dai luoghi abitati. Buona affluenza di cacciatori anche su tutto il territorio della provincia di Terni per la preapertura della stagione venatoria 2015/2016. Effettuati dalla Provinciale oltre 100 controlli e solo in pochi casi si è proceduto a sanzioni amministrative. La più consistente riguarda un cacciatore trovato sprovvisto del pagamento delle relative tasse al quale gli agenti della Provincia hanno elevato una sanzione di 500 euro con il sequestro del fucile e della selvaggina cacciata. Altre due sanzioni amministrative per 100 euro ciascuna sono state fatte ad altrettanti cacciatori che avevano occupato il posto fisso di caccia prima dell'orario previsto. Una quarta sanzione amministrativa da 154 euro è stata elevata a carico di un cacciatore che non aveva annotato gli estremi della giornata sul tesserino venatorio ed una quinta da 100 euro è stata comminata ad un altro soggetto che stava cacciando con modalità diversa da quella dell'appostamento. Apertura ufficiale fissata al 20 settembre.