Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Ressa in aeroporto, passeggeri costretti a bivaccare in sala d'attesa

default_image

Roberto Minelli
  • a
  • a
  • a

Altro che Umbria turistica e accogliente. Oltre 150 persone all'aeroporto San Francesco in attesa del volo Perugia-Cagliari di martedì 18 agosto alle 18,50 sono state costrette a bivaccare in una sala d'attesa che fornisce solo poche decine di posti. A denunciare l'accaduto il capogruppo in Regione di Fratelli d'Italia Marco Squarta: "La fila arrivava fino all'ingresso del varco con il metal-detector. Anziani e mamme con bambini costretti a stare in piedi - ha sottolineato - in una ressa tale che impediva persino di poter accedere ai bagni”. “Situazioni gravi come quella di martedì scorso – ha proseguito Squarta – non sono episodiche e denunciano le forti lacune logistiche della infrastruttura tanto decantata dal governo regionale. Alcuni esempi: i passeggeri che dalla sala d'attesa si avviano all'imbarco sono costretti a fare l'intero, e non breve, tragitto, a piedi, spesso sotto le intemperie; i passeggeri dei voli internazionali in arrivo costretti a lunghe e scomodissime code in attesa dell'espletamento dei controlli. Che nel mese di forte afflusso turistico accadano fatti di questo genere è inammissibile”.