Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Hannibalica, per due giorni le emozioni della battaglia del Trasimeno

Alice Guerrini
  • a
  • a
  • a

Con “Hannibalica. La battaglia del Trasimeno” si torna al 217 A.C. Due giorni di storia da vivere in veri accampamenti: quello romano e quello annibalico. Un percorso che catapulterà i visitatori, come mai è stato fatto prima, verso Annibale e la sua battaglia contro Roma. L'iniziativa che si svolgerà sabato 20, dalle 10 alle 23 e domenica 21 giugno, dalle 10 alle 19; è organizzata dalla Legio Prima Taurus in collaborazione con l'associazione Suadela e patrocinata e finanziata dal Comune di Tuoro. Una ricostruzione storica con centoquaranta rievocatori, divisi in quattordici gruppi provenienti da tutta Italia e dall'estero. “Questa iniziativa – ha spiegato Alessandra Trombetti presidente di Suadela -, rientra in un più ampio percorso storico che ricostruisce il passaggio di Annibale in Italia. Un excursus all'interno della Seconda Guerra Punica, in cui non poteva di certo mancare la tappa al Trasimeno”. Il programma ricco di approfondimenti e laboratori, culminerà con l'evento di domenica quando alle 17.30 i due eserciti daranno vita alla battaglia vera e propria. Un'iniziativa che non si limiterà però solo allo scontro Roma-Cartagine, ma che proporrà anche la conoscenza della vita civile e militare dell'epoca. Un salto nella storia che avviene sulla base di uno studio scientifico, quello del professore Giovanni Brizzi, del dipartimento di Storia culture civiltà dell'Università di Bologna e di Ermanno Gambini del dipartimento di Lettere lingue, letterature e Civiltà antiche e moderne dell'Università di Perugia. “Hannibalica è un evento – ha detto l'assessore al turismo e cultura di Tuoro, Giovanni Jacopo Tofanetti -, che diventa veicolo educativo e volano economico. Come Comune puntiamo alla ricostruzione di una memoria storica che deve avvenire attraverso indagini storiografiche”. Sarà un vero e proprio museo a cielo aperto con tanto di armi, armature e vestiti d'epoca fedelmente riproposti. “La dimensione del più ampio progetto “Hannibalica” raggiunge i confini di Spagna - spiega Trombetti – Tunisia e Francia che hanno patrocinato l'appuntamento, riconoscendone il valore storico e divulgativo”. L'evento nelle sue varie sfaccettature è stato presentato ieri in Provincia alla presenza tra l'altro del presidente di Legio Prima Taurus, Ezio Baiocco e di Alessandro Pirrone, referente scientifico di Suadela.