Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Valdichienti: attentato a sicurezza dei trasporti e frode le ipotesi dell'inchiesta

Alfredo Doni
  • a
  • a
  • a

Attentato alla sicurezza dei trasporti e frode. Sono queste le ipotesi di reato su cui sta indagando la procura della Repubblica di Spoleto in merito alla realizzazione della galleria La Franca lungo la nuova Valdichienti. Domenica sera Report, che il 12 aprile aveva mandato in onda l'intervista-denuncia di un ex operaio secondo cui in alcuni tratti del tunnel sarebbe stato utilizzato meno calcestruzzo del necessario, è tornata sulla vicenda con un'intervista al nuovo presidente di Anas, Gianni Armani. A differenza del suo predecessore, Armani ritiene che segnalazioni come quelle dell'operaio in questione siano da apprezzare perché contribuiscono a fare piena luce su eventuali inadempienze, soprattutto “là dove i controlli sono carenti”. Il presidente ha inoltre confermato che Anas ha intenzione di effettuare verifiche a tappeto su tutte le gallerie della Valdichienti, anche quelle già aperte al traffico, utilizzando strutture “terze” rispetto a chi i lavori li ha effettuati, ovvero il contraente generale. Armani ha pure spiegato che per quanto riguarda la galleria La Franca, si dovrà intervenire subito nei punti in cui lo spessore del calcestruzzo risulta inferiore rispetto a quanto stabilito nel progetto. Ha parlato di “rinforzi con centine di acciaio e in cemento armato che intervengono su punti specifici della galleria”. E ha pure aggiunto che “non ci sono vuoti sopra la calotta, ma servono interventi di stabilizzazione”.