Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Vigili-Comune, la tensione non cala: altri scioperi all'orizzonte

Susanna Minelli
  • a
  • a
  • a

La strategia è quella di rimanere compatti sulla linea finora adottata. La vertenza della polizia municipale di Foligno continua a tenere banco nel dibattito cittadino. L'obiettivo è quello di ottenere chiarezza dall'amministrazione. Ma soprattutto ottenere anche le risorse necessarie affinché possa proseguire in maniera corretta l'operato dei vigili. L'ultimo round domenica 24 maggio in occasione della gara podistica "Strafoligno" che ha visto per la terza volta incrociare le braccia del personale di polizia municipale per tutta la giornata (anche se un gruppo di loro ha prestato servizio di volontariato per garantire lo svolgimento della manifestazione). "Il nostro obiettivo principale rimane sempre quello di riuscire a raggiungere un accordo nella maniera più veloce e meno disagevole per entrambe le parti - ha detto il segretario territoriale Uil-Fpl, Andrea Russo - finora da parte nostra c'è stata la massima disponibilità nel trattare, ma le risposte e i risultati stentano ancora ad arrivare. Per questo continueremo sulla linea finora portata avanti. Venerdì 29 maggio ci riuniremo nuovamente e decideremo su come agire. Con ogni probabilità a partire dal prossimo mese, qualora il Comune continuasse a fuggire da un confronto serio, ricominceremo a indire scioperi e sit-in". Sul piatto c'è anche la questione riguardante l'organico e le sue mansioni. "Il personale di polizia municipale a Foligno conta ad oggi 42 unità a fronte delle 80 previste dal regolamento regionale per una città come Foligno - ha detto Andrea Russo - per non parlare, tanto per citare un esempio, del regolamento di polizia urbana che risale al 1926 e mai aggiornato, sulla base del quale i vigili dovrebbero applicare le leggi".  Articolo completo nel Corriere dell'Umbria di giovedì 28 maggio