Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Maltempo, Enel ancora al lavoro: linee elettriche devastate dal vento

Esclusa una dispersione di energia elettrica

Roberto Minelli
  • a
  • a
  • a

Prosegue l'impegno dei tecnici Enel in Umbria per fronteggiare i danni sulla rete elettrica causati dalla forte ondata di maltempo. La situazione, dopo il peggioramento delle condizioni meteo con fortissime raffiche di vento verificatosi nella nottata tra giovedì 5 e venerdì 6 marzo, è in via di risoluzione. Alle 20 di venerdì 7 marzo sono alcune decine i clienti in fase di ri-alimentazione, si tratta di circoscritti gruppi di utenze in località o frazioni di Città di Castello, Gualdo Tadino, Gubbio, Pietralunga, Scheggia e Pascelupo. Enel ha rafforzato ulteriormente la task force, che conta oltre 200 tecnici, 90 mezzi speciali e gruppi elettrogeni. Sono in corso gli ultimi interventi risolutivi, mentre dal centro operativo di Perugia, che monitora la rete di media tensione 24 ore su 24, vengono gestite le segnalazioni e coordinati gli interventi di rialimentazione a distanza. In circa 36 ore sono stati centinaia i piani di lavoro già effettuati, un numero di interventi pari alla mole di lavoro che usualmente si svolge nell'arco di 15/20 giorni. Si proseguirà poi con le utenze isolate e singole segnalazioni. "Enel ricorda che i danni subiti dagli impianti elettrici sono davvero ingenti - si legge in una nota - Nel nord dell'Umbria e in altre aree il paesaggio risultava letteralmente stravolto: nelle zone in cui transitano linee di media tensione, che attraversano per alcuni chilometri boschi, campagne e valli della regione, le tempeste di vento di burrasca e alcune trombe d'aria violentissime hanno sradicato alberi, spezzato rami e divelto piante travolgendo in decine di punti le linee elettriche. In molti casi si tratta di impianti rinnovati recentemente, nell'ambito del piano di potenziamento del servizio elettrico umbro, e perfettamente funzionanti dal punto di vista tecnico, ma raffiche e bufere di vento di rara intensità, con punte fino a 160 km/h, hanno devastato il territorio e distrutto interi tratti di linea". Gli interventi di Enel sul territorio proseguiranno fino al pieno ripristino del servizio elettrico.