Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Annifo, la neve supera il metro: famiglie bloccate in casa

L'altopiano tra Collecroce (Nocera) e Annifo (Foligno)

Roberto Minelli
  • a
  • a
  • a

Una ventina di persone sono state messe in salvo dai vigili del fuoco di Foligno, che per tutta la notte tra giovedì 5 e venerdì 6 marzo hanno lavorato insieme a polizia stradale, municipale e carabinieri per evitare, o quantomeno limitare, i disagi provocati dal maltempo. Una notte da incubo, in balia della bufera, per diverse persone. Coinvolti pure gli alberghi di Colfiorito che hanno ospitato automobilisti e autotrasportatori che non sono riusciti a continuare il loro viaggio a causa della tormenta. Al centro della tempesta di neve cominciata ad abbattersi dalle prime ore del mattino di giovedì 5 sull'Appennino umbro marchigiano, la zona montana che abbraccia la frazione di Colfiorito. Decine i mezzi pesanti finiti di traverso sulla Valdichienti e le autovetture che non hanno potuto continuare il loro viaggio a causa dei circa 100 centimetri di neve che si sono accumulati all'altezza delle aree montane lungo l'asse Foligno-Civitanova Marche. Tanto che nel tardo pomeriggio di giovedì è scattato anche il divieto di transito sulla Valichienti per camion e autoarticolati. Un blocco che si è protratto per buona parte della giornata di venerdì 6. Lavoro incessante dunque per più di 24 ore per i mezzi spazzaneve e per le turbine messe in funzione dai pompieri per cercare di sgomberare le strade dal manto nevoso. La neve infatti è continuata a cadere in grande quantità anche venerdì. La frazione di Annifo è rimasta letteralmente bloccata e gli abitanti hanno chiesto l'intervento di carabinieri e prefettura perché i mezzi spazzaneve non hanno aperto la strada che passa all'interno dell'abitato, bloccando in casa molte famiglie. La neve, ammucchiata dal vento, in alcuni punti superava il metro di altezza.  Articolo completo nel Corriere dell'Umbria di sabato 7 marzo a cura di Susanna Minelli