Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Affitti, crollo verticale (-5,6%): in arrivo il piano sicurezza

Roberto Minelli
  • a
  • a
  • a

Affitti, cambi di destinazione d'uso, tipologie di locazione. Una banca dati interforze per avere sotto controllo tutta la situazione delle case del capoluogo, per stanare gli irregolari e capire dove si può annidare la criminalità. E' questo uno dei punti cardine del nuovo piano Perugia-sicura che dovrà essere approvato alla fine di marzo. Per questo dal livello centrale arriveranno risorse aggiuntive, al fine di costituire questa raccolta di dati che si aggiorna automaticamente. Ma protagonista sarà il Comune. Del resto gli affitti a Perugia sono crollati allettando tanti spacciatori e malviventi che intendono creare una “base” in città per le loro attività criminose. Perugia è il capoluogo di regione dove costa meno prendere casa in affitto: in città bastano 363 euro, quasi 150 in meno rispetto ai 507 della media nazionale. In calo la richiesta di monolocali, con una discesa dei prezzi di questa tipologia (-11,3%). A registrare queste tendenze è il Rapporto sulle locazioni 2014 realizzato da Solo Affitti, il franchising immobiliare specializzato nella locazione con 340 agenzie di cui 40 in Spagna (http://www.soloaffitti.it), con il supporto scientifico di Nomisma. Solo a Venezia i prezzi d'affitto dei monolocali sono calati di più (-14,8%) a fronte del -4,3% in Italia. I prezzi d'affitto sono diminuiti per tutte le tipologie di appartamento nel capoluogo umbro, dai bilocali (-6,4% contro il -0,8 in Italia) ai trilocali (-5,2% a fronte del -1,2% a livello nazionale) fino ai quadrilocali (-2% contro il -0,8% in Italia), posizionando Perugia tra le città dove si è registrato il decremento maggiore dei canoni di locazione (-5,6%).