Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Usa, Twitter corregge Donald Trump e lui replica: "Interferenza nelle elezioni presidenziali 2020"

Il presidente degli Stati Uniti, Donald Trump

Federico Sciurpa
  • a
  • a
  • a

Twitter è la piattaforma social preferita da Donald Trump. Ed è proprio Twitter ad applicare il 'cartellino giallo' del fact checking allo stesso presidente degli Stati Uniti, suscitandone l'immediata reazione. Ad essere bollati come non veritieri, con conseguente avvertimento ai lettori di "verificare i fatti" sono stati due tweet nei quali il presidente Usa sostiene che il voto per posta, che alcuni Stati vogliono utilizzare nelle presidenziali di novembre per prevenire la diffusione del contagio da Covid-19, è soggetto a brogli. Nello smentire Trump, Twitter ha reindirizzato gli utenti verso una serie di articoli e fonti che confutano le sue affermazioni. Non era mai accaduto prima e Nick Pacillo, portavoce di Twitter, non ha voluto commentare sul fatto che il nuovo strumento di fact checking recentemente introdotto per contrastare la diffusione di fake news possa essere nuovamente applicato al presidente Usa. Trump, che ha un seguito di 80 milioni di follower, con un tweet ha accusato il social media di "interferire nelle elezioni presidenziali 2020" e ha a sua volta bollato come diffusori di fake news la Cnn e il Washington Post. Si tratta di due dei suoi bersagli preferiti e anche dei media verso i quali gli utenti venivano reindirizzati per verificare le sue affermazioni sul voto per posta.