Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Torino, studente di 18 anni uccide il padre con 20 coltellate davanti a mamma e fratello: arrestato

Federico Sciurpa
  • a
  • a
  • a

Un giovane di 18 anni ha ucciso il padre a coltellate nella tarda serata di ieri 30 aprile, a Collegno (Torino). Secondo quanto riferito dai carabinieri di Rivoli, che indagano sull'accaduto insieme con i colleghi di Collegno, il ragazzo ha colpito il padre 52enne al culmine di una lite. Per approfondire leggi anche: "Venite, ho ucciso mio babbo" L'uomo è stato raggiunto da almeno 20 coltellate all'addome, al torace e alla schiena, che non gli hanno lasciato scampo. Il giovane, interrogato nella notte, ha confessato ed è stato arrestato. Al momento del delitto, avvenuto nell'abitazione di famiglia, erano presenti anche la madre e il fratello del 18enne, che non sarebbero però coinvolti nell'accaduto, secondo le prime risultanze investigative. I carabinieri sono intervenuti nell'abitazione dove si è consumato il delitto intorno alle 23.15, in via Edmondo De Amicis 47. Qui il 18 enne, Alex Pompa, studente, incensurato, aveva accoltellato a morte il padre Giuseppe, operaio, incensurato. I militari hanno sequestrato i coltelli utilizzati per il delitto. Quello di stanotte, sottolineano i carabinieri di Torino, è il secondo omicidio commesso all'interno delle mura domestiche da un figlio nei confronti del padre. Il 21 aprile a Torino, in zona San Salvario, nella sua abitazione è stato rinvenuto il cadavere di Mario Trimboli, 68 anni, ucciso dal figlio con le stesse modalità. L'omicida era stato arrestato poco dopo dai carabinieri.