Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Coronavirus, il sindaco di Bergamo Gori: "Casi sottostimati", zona rossa riaperta e nuovi positivi a Codogno

Il sindaco di Bergamo Giorgio Gori

Lorenzo Fiorucci
  • a
  • a
  • a

La pandemia da Coronavirus non dà tregua alla Lombardia e a Bergamo in particolare. E' il sindaco della città Giorgio Gori a parlare di dati sottostimati su Twitter: "A Bergamo, dall'1 al 24 marzo, i decessi dei residenti sono stati 446: 348 più della media degli ultimi anni (98). I decessi ufficialmente dovuti a Covid-19 nel periodo sono 136. Ce ne sono 212 in più. Con una mortalità all'1,5-2%, i contagiati in città sarebbero tra 17 e 23mila". Allarme di nuovo a Codogno. C'è polemica per la riapertura della zona rossa. Lo scrive il Corriere della Sera ed il sindaco Francesco Passerini fa conoscere dati preoccupanti sui nuovi casi di contagio da Covid 19. "Ci sono sei positivi in più", fa sapere Passerini. "Negli ultimi giorni eravamo fermi a 268. Ci siamo sorpresi quando è stata riaperta la zona rossa dopo alcuni dati positivi