Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Coronavirus, Confindustria: "Bene il decreto del governo, ma serve piano shock"

Alfredo Doni
  • a
  • a
  • a

Le misure adottate dal governo per fronteggiare la gravissima crisi economica dovuta all'emergenza coronavirus sono al centro di studi e osservazioni da parte delle associazioni di categoria. Tra le più interessate c'è Confindustria che oggi, mercoledì 18 marzo, ha diffuso una nota. "Il decreto-legge n. 18/2020 è un provvedimento necessario e importante, anche da un punto di vista quantitativo, in quanto interviene su tutti i capitoli più rilevanti - sanità, lavoro, liquidità, fisco - e sulle maggiori criticità emerse con l'emergenza epidemiologica. Non mancano aspetti da rafforzare e da perfezionare, ma è da apprezzare la capacità di reazione messa in campo dal Governo rispetto alle conseguenze economiche della crisi". Confindustria, però, aggiunge che "si tratta comunque di una prima risposta all'emergenza economica, che necessita di un'azione successiva altrettanto rapida, incisiva negli strumenti e massiva da un punto di vista delle risorse, per consentire di affrontare le gravi conseguenze che questa emergenza determinerà sulle imprese e sull'economia del Paese, prima che diventino irreversibili". Per Confindustria "serve un piano shock che impegni risorse quantitativamente rilevanti, che sostenga la liquidità delle imprese, a partire da rateizzazioni fiscali e meccanismi di compensazione, e faccia leva su tutte quelle misure necessarie per far fronte ai rilevanti cali della domanda privata e, quindi, di fatturato delle imprese".