Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+
In evidenza

Coronavirus, mutui e tasse: ufficiale la sospensione. Ecco come funziona per tutte le scadenze

default_image

Catia Turrioni
  • a
  • a
  • a

Coronavirus, con la pubblicazione del Decreto Cura Italia nella Gazzetta Ufficiale diventa ufficiale la sospensione di mutui e tasse. Ecco come funziona. Tutti i versamenti scaduti il 16 marzo sono rinviati al 20 marzo per i contribuenti con ricavi superiori a due milioni di euro, al 31 maggio per tutti gli altri. Tutti i versamenti nei confronti delle pubbliche amministrazioni, compresi i contributi previdenziali e assistenziali, scaduti il 16 marzo, sono prorogati al 20 marzo.  Il decreto rinvia poi al 30 giugno tutti gli adempimenti tributari, diversi dai versamenti e diversi dall'effettuazione delle ritenute alla fonte e delle trattenute relative all'addizionale regionale e comunale, che ricadono dall'8 marzo al 31 maggio 2020 come ad esempio, la dichiarazione annuale Iva.  La sospensione dei versamenti delle ritenute e degli adempimenti in materia di contributi previdenziali e assistenziali che era inizialmente riservata alle sole imprese del settore turistico, è estesa ad una serie di soggetti tra i quali rientrano, ad esempio, associazioni e società sportive professionistiche e dilettantistiche; soggetti che gestiscono ricevitorie del lotto, lotterie, scommesse; soggetti che gestiscono attività di ristorazione, gelateria, pasticcerie, bar e pub. Posticipato al 30 maggio il pagamento delle tasse universitarie. Viene esteso il Fondo per la sospensione delle rate del mutuo per la prima casa, ora riservato a chi perde il lavoro o subisce un decesso in famiglia. Il Decreto riconosce la possibilità, anche per i lavoratori autonomi e liberi professionisti, di chiedere la sospensione delle rate dei mutui sulla prima casa, dietro presentazione di apposita autocertificazione attestante la perdita, in un trimestre successivo al 21 febbraio 2020, di oltre il 33% del proprio fatturato rispetto all'ultimo trimestre 2019. Non è invece richiesta la presentazione dell'Isee. La documentazione va consegnata alla banca.