Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Coronavirus, arriva maxi decreto: interventi per 25 miliardi, cassa integrazione e una tantum per autonomi

Catia Turrioni
  • a
  • a
  • a

Arriva il maxi decreto del governo per fronteggiare l'emergenza legata al Coronavirus. Il Consiglio dei ministri, convocato per lunedì 16 marzo 2020 alle ore 10, si appresta a varare una sorta di "manovra" da 25 miliardi. Il premier, Giuseppe Conte, ha già anticipato che non sarà comunque sufficiente e che servirà poi un piano di ricostruzione. E che, per quanto riguarda il commercio, servirà una riforma delle regole e del libero mercato. Il decreto Cura Italia, come è stato definito, prevede - secondo le anticipazioni - una indennità una tantum di 500 euro per i liberi professionisti titolari di partita Iva attiva alla data del 23 febbraio 2020 e per i lavoratori titolari di rapporti di collaborazione coordinata e continuativa.  Ai titolari di redditi di lavoro dipendente che possiedono un reddito complessivo di importo non superiore a 40mila euro spetta un premio, per il mese di marzo 2020, di 100 euro da rapportare al numero di giorni di lavoro svolti, a marzo, nella propria sede di lavoro. Ai negozianti è riconosciuto un credito d'imposta nella misura del 60 per cento dell'ammontare del canone di locazione, relativo al mese di marzo 2020, di immobili rientranti nella categoria catastale C/1. Inoltre, per la durata di 9 mesi, il Fondo centrale di garanzia Pmi, concederà la garanzia a titolo gratuito. Previste nove settimane di cassa integrazione per tutti i lavoratori e anche per aziende con meno di cinque dipendenti. Bloccati i versamenti di tasse, Iva, tributi fino ad aprile, i pagamenti saranno poi dilazionati in cinque rate. Si prevede una semplificazione procedurale per la sospensione delle rate dei mutui per la prima casa, per un periodo massimo di 18 mesi, ma solo in caso di riduzione o sospensione dell'orario di lavoro. Previsto un bonus babysitter di 600 euro ai nuclei familiari con figli minori fino a 12 anni di età. In alternativa, 15 giorni di congedo parentale straordinario.