Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Coronavirus, troppe persone in giro: il sindaco Nardella chiude i parchi di Firenze

Alfredo Doni
  • a
  • a
  • a

Il sindaco di Firenze chiude i parchi della città. Un provvedimento che si rende necessario, lo ha detto Dario Nardella, perché sono ancora molti i cittadini che li frequentano alimentando il rischio di contagio da coronavirus. "Spero che la Toscana riesca a reggere, questa settimana sarà decisiva. Dopo aver visto questo weekend ancora tanti cittadini uscire per fare una passeggiata mi sono anche un po' arrabbiato e ho preso la decisione di chiudere tutti i parchi, come quello delle Cascine, perché ancora non c'è una piena consapevolezza del danno che si fa uscendo di casa senza motivi particolari". Sono le parole del sindaco Nardella intervenuto telefonicamente questa mattina, lunedì 16 marzo, alla trasmissione Omnibus su La7 in riferimento all'emergenza coronavirus. Nardella, che è in isolamento domiciliare volontario per aver incontrato il segretario del Pd Nicola Zingaretti, risultato positivo al coronavirus, parlando del problema della carenza di dispositivi di protezione per medici e personale che lavora a contatto con il pubblico ha detto: "Se cominciano ad ammalarsi i nostri medici e i nostri infermieri è la fine. Ieri mi sono sentito più volte con Domenico Arcuri, il nuovo super commissario, perché qui c'è bisogno di mascherine e dispositivi medici prima di tutto per gli ospedali, poi per le persone che lavorano a contatto col pubblico, penso alla polizia municipali, ai volontari".