Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Coronavirus, a Catania sequestrate 10 mila mascherine prodotte da un cinese

default_image

Alfredo Doni
  • a
  • a
  • a

Mentre va avanti la drammatica corsa al reperimento di mascherine soprattutto da destinare agli ospedali e alle persone che sono comunque costrette a lavorare nel pieno dell'emergenza coronavirus, prosegue anche la lotta a chi pensa di approfittare di questa situazione per mettere a segno affari illeciti. Diecimila mascherine senza le necessarie indicazioni previste dalla normativa sulla sicurezza dei prodotti, sono state sequestrate dalla guardia di finanza del comando provinciale di Catania. Erano in un deposito di Misterbianco e il titolare dell'attività commerciale, cinese, è stato segnalato alla Camera di commercio. Sulle confezioni non era indicata la composizione delle mascherine, un "elemento fondamentale per evitare potenziali rischi sanitari al consumatore finale". La guardia di finanza ha quindi sequestrato il materiale.