Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Uccide e brucia sulla griglia la fidanzata perché temeva fosse incinta

Alfredo Doni
  • a
  • a
  • a

Era ossessionato dal pensiero che la ragazza fosse rimasta incinta e quindi ha deciso di ucciderla. E' successo a San Fernando del Valle de Catamarca, in Argentina. Il ragazzo era convinto che la sua fidanzata fosse rimasta incinta dopo una serata trascorsa fuori e per questo motivo il 19enne Naim Vera ha ucciso la compagna 24enne Brenda Micaela Gordillo.  E' stato lui stesso a consegnarsi alla polizia e a confessare l'omicidio. Ma il dramma ha assunto contorni ancora più terribili perchè il giovane ha raccontato che avrebbe bruciato il corpo della donna sulla griglia per cercare di occultare i resti. I fatti sono stati riferiti dal quotidiano argentino Clarin. Il ragazzo ha poi scaricato il corpo della fidanzata a bordo strada prima di consegnarsi alle autorità. Stando ai medici legali, Micaela è morta per asfissia a causa di un panno infilato in bocca, dato che contraddice la prima versione del 19enne che aveva riferito che la compagna era caduta delle scale in seguito a una lite. Dall'autopsia risulta che la ragazza non era incinta.