Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Lambrusco invece dell'acqua sgorga da rubinetti e docce, "miracolo" nel Modenese

Federico Sciurpa
  • a
  • a
  • a

Vino invece dell'acqua. Un "miracolo" nel Modenese. Da docce e lavandini sgorgano fiumi non di acqua, ma di Lambrusco Grasparossa. Il fenomeno che ha del sorprendente, è capitato ai residenti di Settecani, località alle porte di Castelvetro, sulle colline modenesi, patria di questo vino che nasce da un vitigno autoctono dell'Emilia Romagna. Una spiegazione, ovviamente c'è. Ed è la seguente. "Per un guasto accidentale a una valvola di un silos di una cantina sociale della zona - come ha spiegato all'ANSA il sindaco di Castelvetro Fabio Franceschini - parte del vino è finito nelle tubature che servono le abitazioni dei cittadini. Nell'azienda era in corso un procedimento di imbottigliamento del Lambrusco e si è verificato un problema a un rubinetto, collegato all'acquedotto, che in genere si usa per fare entrare acqua per il lavaggio del contenitore. Penso che i cittadini si siano fatti tante risate al loro risveglio, non è certo una cosa che capita tutti i giorni".