Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Pensione anticipata per lavori usuranti, domande entro il 1° maggio 2020. Cosa prevede la nuova circolare Inps

Catia Turrioni
  • a
  • a
  • a

Pensione anticipata per lavori usuranti, le domande vanno presentate entro il 1° maggio 2020. E' quanto prevede la nuova circolare Inps per chi è inquadrato nel Decreto legislativo 67/2011 e ha la possibilità di andare in pensione seguendo il meccanismo delle quote che varia in base al lavoro svolto. Rientrano nella categoria usuranti i lavori in galleria, nelle cave, in cassoni ad aria compressa, palombari, lavori ad alte temperature e in spazi ristretti, di asportazione di amianto. I lavoratori adibiti a turni di notte per almeno sei ore categorie; i lavoratori che prestano la loro attività per almeno tre ore nell'intervallo tra la mezzanotte e le cinque del mattino per l'intero anno; gli addetti alla catena che svolgono attività in imprese soggette a specifiche voci tariffarie Inail in mansioni caratterizzate dalla ripetizione costante delle stesse; i conducenti di veicoli, di capienza non complessiva a nove posti, adibiti a servizio pubblico di trasporto complessivo. Il pensionamento anticipato è allargato a chi fa i turni di notte. Chi matura i requisiti anagrafici e contributivi il prossimo anno (dal 1° gennaio 2021 al 31 dicembre 2021) deve inviare la domanda preliminare all'Inps entro il 1° maggio 2020. Chi non rispetterà questo termine si vedrà slittare il diritto alla pensione anticipata di un mese, se il ritardo è contenuto entro un mese; di due mesi, se il ritardo è compreso tra uno e due mesi; di tre mesi, se il ritardo è di tre o più mesi.