Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Coronavirus, le reazioni sui social network tra satira e paura

Jacopo Barbarito
  • a
  • a
  • a

In queste ore le bacheche dei social network sono affollate di consigli su come realizzare disinfettanti fai da te, teorie di complotti, foto di supermercati vuoti. La reazione della rete all'emergenza Coronavirus in Italia oscilla tra la satira e il catastrofismo: l'ironia e la leggerezza da una parte, la paura e il terrore dall'altra. Se i ragazzi di Casa Surace ricordano che "a nord si svuotano supermercati, al sud si riempiono pacchi da giù" e Le più belle frasi di Osho - popolarissima pagina di Federico Palmaroli - suggerisce di aprire un chiosco di amuchina nel lodigiano, c'è chi prova a riportate l'attenzione su una corretta informazione. "Credo che Facebook e simili dovrebbero programmare le rispettive piattaforme impedendo la pubblicazione di post di "esperti" tuttologi. Sono convinto che sarebbe davvero di grande aiuto" scrive su Facebook Enzo Iacopino, ex presidente dell'Ordine nazionale dei giornalisti. Nei giorni scorsi, invece, l'attuale presidente del Consiglio Nazionale dell'Ordine dei Giornalisti Carlo Verna aveva fatto appello ai giornalisti per una scrupolosa verifica delle fonti.