Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Messico, barista di Livorno muore folgorato da scarica elettrica mentre pesca a Puerto Escondido

Alfredo Doni
  • a
  • a
  • a

Un barista di 33 anni di Livorno, Michele Arimondi, è morto, domenica 16 febbraio, folgorato da una scarica elettrica mentre stava pescando in uno dei paradisi turistici del Messico: Puerto Escondido. Il giovane toscano era in vacanza con alcuni amici ed era impegnato in un'attività che amava da sempre, la pesca sportiva. Secondo quanto riferito dal quotidiano “Il Tirreno” che ha dato la notizia, Arimondi avrebbe lanciato la lenza con la sua canna ma l'amo si è impigliato in un cavo dell'alta tensione. La scarica elettrica che è partita all'istante ha raggiunto il corpo del giovane amplificata probabilmente dalla fibra di carbonio della canna da pesca che Arimondi teneva in mano. E' morto sul colpo davanti agli amici rimasti impietriti. Il barista toscano amava trascorrere le vacanze invernali in America Latina praticando la pesca sportiva. Lo faceva nel periodo dell'anno in cui il suo lavoro di gestore di un chiosco sul lungomare di Livorno, glielo consentiva. Oggi tutta la città piange per la sua scomparsa.