Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Coronavirus: arrivato in Italia Nicolò, lo studente italiano bloccato in Cina

Mauro Barzagna
  • a
  • a
  • a

Nicolò, lo studente di 17 anni di Grado, trattenuto da giorni a Wuhan per le cautele dovute al Coronavirus, è arrivato in Italia ed è stato trasferito all'ospedale Spallanzani nella mattinata di sabato 15 febbraio. L'aereo militare che ha riportato a casa il ragazzo è atterrato all'aeroporto di Pratica di Mare poco dopo le 7,30; ad accoglierlo il ministro degli Esteri, Luigi Di Maio, e un'équipe specializzata che ha verificato ulteriormente lo stato di salute del ragazzo, monitorata per tutto il viaggio dai medici partiti dall'Italia. Subito dopo l'arrivo, Nicolò è stato trasferito all'Istituto nazionale malattie infettive Lazzaro Spallanzani di Roma dove completerà il periodo di quarantena previsto in casi del genere. Per approfondire leggi anche: Coronavirus, i morti hanno superato quota 1.500 Ora, come ha spiegato Di Maio, c'è da seguire il caso dei 35 italiani - membri dell'equipaggio - a bordo della nave da crociera Diamond Princess, tuttora in quarantena in Giappone. Nessuno dei nostri connazionali mostra sintomi o fa sospettare che ci possa essere rischi legati al Coronavirus.