Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Addio Provincia: l'ultimo consiglio prima del riassetto

Andrea Niccolini
  • a
  • a
  • a

Marco Vinicio Guasticchi, dopo 153 anni di storia della Provincia di Perugia, sarà ricordato negli annali come l'ultimo Presidente eletto dai cittadini di questo ente che subirà una profonda trasformazione dal punto di vista dell'assetto istituzionale. nella mattinata di martedì 10 giugno, davanti ad un folto numero di giornalisti, Guasticchi, affiancato dal vicepresidente Aviano Rossi e dagli assessori Carlo Antonini, Luciano Della Vecchia, Domenico De Marinis, Piero Mignini, Roberto Bertini e Domenico Caprini, (assente l'assessore Donatella Porzi per sopravvenuti, inderogabili impegni) dal Direttore Generale Stefano Mazzoni e dal Capo di Gabinetto Luciano Moretti, ha chiarito che rimarrà al suo posto, fino al 31 dicembre, insieme alla Giunta a titolo “non oneroso”, mentre il consiglio provinciale del pomeriggio sarà l'ultimo composto da rappresentanti dei territori eletti dai cittadini. “Provo amarezza – ha aggiunto Guasticchi – ma anche l'orgoglio di essere protagonista di un passaggio istituzionale importante. Quella che archiviamo è stata una legislatura difficile. Dal 2011 a oggi sono stati tagliati conferimenti per complessivi 72 milioni, ma possiamo presentare bilanci gestiti bene tra enormi difficoltà”. Guasticchi ha quindi ringraziato la Regione “in particolare la presidente Catiuscia Marini, con la quale c'è sempre stato un ottimo rapporto”, il Direttore Generale, i Dirigenti e tutti i dipendenti ai quali ha inviato proprio in questi giorni una lettera nella quale rassicura sul futuro lavorativo alla luce della legge Delrio che stabilirà quali funzioni saranno delegate alle nuove Province.