Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Tasi, ecco i comuni dove si pagherà entro il 16 giugno

Eleonora Sarri
  • a
  • a
  • a

Dodici su 92. Ben pochi, anche in Umbria, i comuni che hanno già fissato l'aliquota per la Tasi, quella che per gli enti locali è diventata “la più importante entrata fiscale”. Il tributo per i servizi indivisibili a carico sia del possessore che dell'utilizzatore dell'immobile per i servizi indivisibili comunali, insieme a Imu (imposta municipale propria) e Tari (tassa rifiuti), forma la Iuc, Imposta unica comunale, dal primo gennaio. La scadenza per il pagamento della prima rata della Tasi slitterà per molti a settembre. Il termine originario del 16 giugno, infatti, resta in piedi solo per i cittadini degli enti locali che deliberano aliquote e detrazioni entro il 23 maggio. In Umbria lo hanno fatto solo dieci comuni (su 59) nella provincia di Perugia e due (su 33) in quella di Terni. Ecco la lista, secondo i dati in possesso dell'Anci: Assisi, Bastia Umbra, Cannara, Città di Castello, Gualdo Tadino, Monte Santa Maria Tiberina, Sant'Anatolia di Narco, Scheggino, Spello, Torgiano, San Venanzo, Alviano. Ci sono comuni (Assisi, Bastia, Cannara, Città di Castello, Gualdo, Spello, Torgiano) dove il quadro è già definito per tutte e tre le componenti della Iuc. Si attende una parola definitiva del governo per confermare il 16 settembre come data precisa per il pagamento prorogato. Il termine ultimo per deliberare in materia di aliquote e detrazioni Tasi dovrebbe invece essere il 31 luglio (data entro cui vanno adottati i bilanci).