Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Firenze, aperta un'inchiesta sulla morte di un disabile caduto con la carrozzina a causa di una buca

Mauro Barzagna
  • a
  • a
  • a

La procura della Repubblica di Firenze ha sequestrato l'area di piazza Brunelleschi dove lunedì 13 gennaio si è verificata la caduta in seguito alla quale un ragazzo disabile in carrozzina è morto sette ore dopo all'ospedale Santa Maria Nuova. Niccolò Bizzarri, 21 anni e affetto da una malattia degenerativa, era rimasto incastrato in una buca sulla strada all'uscita dalle lezioni dalla facoltà di Lettere con la sua carrozzina elettrica. Cadendo aveva battuto la testa ed era stato trasportato al pronto soccorso. La procura ha aperto un'inchiesta per omicidio colposo e il magistrato ha già disposto l'autopsia dopo il sequestro della salma. Il magistrato cercherà di capire la dinamica visionando anche i filmati delle telecamere di videosorveglianza. Poche ore dopo l'incidente, la buca era stata rattoppata. L'Asl Toscana Centro, intanto, ha ricostruito la vicenda specificando che "il giovane era ancora all'interno della struttura di emergenza e urgenza (dov'era giunto per un trauma), quando è stato colto da un improvviso malore che lo ha portato al decesso, nonostante le manovre rianimatorie". Il direttore del pronto soccorso "ha prontamente inoltrato la segnalazione al Rischio clinico aziendale che, a sua volta, ha attivato la procedura di pre-analisi dalla quale non sono emerse criticità clinico-assistenziali". L'Azienda "ha comunque deciso di dare seguito alla procedura e, quindi, di analizzare il caso attraverso la metodologia del Rischio clinico che prevede il coinvolgimento di tutti gli operatori sanitari che erano presenti in pronto soccorso quando il giovane è morto".